PROGRAMMA DI LINGUA E CULTURA INGLESE

1) “A NEW START”

  • Grammar: Modal verbs: should/must/can – Reflexive pronouns
  • Vocabulary: Style and accessories
  • Functions: Giving advice – Talking about obligation and prohibition – Agreeing and disagreeing

2) “HARD WORK”

  • Grammar: Have to – Verb patterns
  • Vocabulary: Jobs and Work
  • Functions: Talking about obligation and lack of obligation – Describing a job – Taking and leaving messages

3) “AGAINST THE LAW”

  • Grammar: Past Simple vs Past Continuous – Defining relative clauses
  • Vocabulary: Crime
  • Functions: Talking about what was happening – Giving and justifying opinions

4) “IT’S A DISASTER!”

  • Grammar: Will, may and might for predictions – Future forms (revision) – First Conditional
  • Vocabulary: Natural Disasters
  • Functions: Making predictions – Giving a presentation Grammar Check 1-2 Grammar Check 3-4
  • Culture Frame: ”Going Underground” – “Youth Crime” Reading Frame: “Brick Lane”

5) “FRIENDS AND FAMILY”

  • Grammar: Present Perfect with since/for, How long…? – Indefinite Pronouns
  • Vocabulary: Relationships and phrasal verbs
  • Functions: Talking about duration – Expressing opinion

6) “KEEP IN TOUCH”

  • Grammar: Present Perfect Continuous vs Present Perfect Simple – Question tags – Indirect Questions in the present
  • Vocabulary: Communication and Technology
  • Functions: Asking for confirmation – Being polite Unit

7) “FIT AND WELL”

  • Grammar: Modal Verbs –(revision) – Second Conditional
  • Vocabulary: Health, illnesses and remedies, Sports
  • Functions: Asking for and giving advice

8) “TRUE ART”

  • Grammar: Modal verbs of deduction – Present and Past
  • Vocabulary: Intensifiers, Fine art and Music
  • Functions: Making deductions in the present and in the past – Recounting a past event Grammar Check 5 - 6 Grammar Check 7 - 8
  • Culture Frame “British things to say” – “The British music industry” Reading Frame: “The Daydreamer” Reading Frame: “The Curious Incident”

9) “BODY BEAUTIFUL”

  • Grammar: Articles – Past Perfect
  • Vocabulary: Physical Appearance
  • Functions: Describing appearance

10) “BIG NEWS”

  • Grammar: The Passive
  • Vocabulary: TV, media, films, Media jobs
  • Functions: Describing TV programs and films – Taking part in a conversation

11) “BAD ADVICE”

  • Grammar: Reported Speech – Reported Questions and Imperatives – Say and tell
  • Vocabulary: Careers
  • Functions: Reporting statements, questions and commands – comparing photos

12) “FEELINGS”

  • Grammar: Third Conditional – Conditionals (revision) – I wish / If only…
  • Vocabulary: Feelings and Strong Adjectives
  • Functions: Expressing regret – Relating an experience Grammar Check 9 – 10 Grammar Check 11 – 12
  • Culture Frame: “Young people and the media” – How we speak” Reading Frame: “Teacher Man”

PROGRAMMA DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

1) RIEPILOGO EURISTICO DELLA MORFOSINTASSI DELLA LINGUA ITALIANA

La punteggiatura e l’uso delle maiuscole; l’ortoepia italiana; La formazione delle parole: radice, suffisso e desinenza; i composti di prima e seconda specie; il lessema e il lemma dizionariali; L’articolo e i suoi usi; la distribuzione morfologica dell’articolo maschile lo; Il nome e le sue proprietà; l’apposizione e la sua realizzazione grafica; L’aggettivo e le sue funzioni; funzione attributiva e predicativa dell’aggettivo; Il pronome e le sue occorrenze: pronomi personali e le dislocazioni a destra e a sinistra; pronomi personali, possessivi, qualificativi, dimostrativi, determinativi; il caso dell’anacoluto; gli otto principali valori del «si»; Il pronome relativo e le sue occorrenze; la concordanza del relativo; il falso relativo; La teoria Tesnière-Sabatini e la valenza del verbo; la morfologia verbale; le forme nominali del verbo; le occorrenze ortoepiche del gerundio; il gerundio assoluto; L’avverbio e le sue funzioni; l’espansione e le locuzioni avverbiali; Le preposizioni semplici e articolate in funzione di segnacaso; Le congiunzioni e la loro funzione: coordinative e subordinative. L’interiezione o esclamazione; La sintassi della frase semplice; i ruoli patemici e agentivi; La sintassi della frase complessa: proposizioni argomentali, circostanziali ed espansioni; La tipologia delle proposizioni: forma esplicita ed implicita I gradi della coordinazione e della subordinazione: l’albero sintattico; Le proposizioni subordinate temporali, finali, causali, concessive e comparative; Le proposizioni subordinate condizionali, dichiarative, modali, avversative; la consecutio temporum e la sua violazione nelle forme dell’italiano parlato e scritto-parlato; il caso di «Vorrei che tu studiassi»; Le proposizioni subordinate comparative, interrogative, dubitative ed eccettuative; Le proposizioni subordinate relative proprie ed improprie; Le proposizioni subordinate locative, consecutive e strumentali; Le proposizioni interrogative indirette; le forme del discorso indiretto; Le proposizioni subordinate completive soggettive e oggettive; il problema della distinzione tra proposizione completiva e proposizione dichiarativa; Il periodo ipotetico Le forme dell’argomentazione e la stesura del saggio breve; tecniche di citazione; la descrizione; il resoconto cronachistico; l’argomentazione e il commento euristici;

2) ANALISI DEL TESTO POETICO

Il testo poetico: che cos’è un testo poetico; il verso; il ritmo e la prosodia della lingua italiana; gli artifici retorico-linguistici; significante e significato; il senso; la polisemia; significato connotativo e significato denotativo del lessema; applicazione delle norme attraverso la definizione di un laboratorio di lettura e di analisi testuale afferente ai seguenti passi antologici: Al modo delle foglie (Mimnermo); Soldati (Giuseppe Ungaretti); Poesia (Umberto Saba); Lasciatemi divertire (Aldo Palazzeschi); Tre giovani fiorentine camminano (Dino Campana); Il verso e il ritmo: la metrica; le sillabe metriche; l’accentazione della parola (parole tronche, piane e sdrucciole); i principali versi della metrica italiana; il ritmo della poesia; la distinzione tra ritmo e metro; la cesura; la distinzione tra endecasillabo a maiore e a minore; ritmo e sintassi del verso italiano; l’enjambement; applicazione delle norme nella definizione di un laboratorio di lettura e di analisi testuale afferente ai seguenti passi antologici: Ed è subito sera (Salvatore Quasimodo); Alla sera (Ugo Foscolo); La rima e la strofe: la definizione di rima; le funzioni della rima; le tipologie rimiche; la disposizione delle rime e gli schemi strofici; la definizione di strofe; i principali schemi strofici; applicazione delle norme e delle identificazioni rimiche nella definizione di una scelta antologica comprendente i seguenti testi: Le rime (Eugenio Montale); Il passero solitario (Giacomo Leopardi); La gente se l’additava (Giorgio Caproni); Perch’i’no spero di tornar giammai (Guido Cavalcanti); Ballata della lingua (Giovanni Giudici); Il sonetto (Giosue Carducci); La leggenda delle stelle (Sergio Corazzini); Le figure del suono: retorica e poesia; la definizione di figura retorica; il fonosimbolismo; figure di suono: allitterazione, onomatopea, paronomasia; applicazione delle definizioni normative attraverso la definizione di un laboratorio di lettura e di analisi testuale afferente al seguente passo antologico: La mia sera (Giovanni Pascoli); Le figure retoriche di posizione: l’anafora; il raddoppiamento o geminatio; l’enumerazione per asindeto e per polisindeto; la climax o gradatio ascendente e discendente; il chiasmo; l’antitesi; l’ossimoro; applicazione delle norme attraverso la definizione di un laboratorio di lettura e di analisi testuale afferente ai seguenti passi antologici: Il lampo (Giovanni Pascoli); Il tuono (Giovanni Pascoli); Le figure retoriche del significato: la similitudine; l’allegoria; la sinestesia; la personificazione (prosopopea); la metafora; la metonimia; la sineddoche; applicazione delle norme attraverso la definizione di un laboratorio di lettura e analisi testuale afferenti ai seguenti passi antologici: Sera d’uragano (Paolo Buzzi); Marzo (Vincenzo Cardarelli); La pioggia nel pineto (Gabriele d’Annunzio); Le parole tema e l’isotopia; il campo semantico; il concetto di simbolo e la poetica del correlativo oggettivo; esercitazione stilistica condotta sul seguente testo antologico: Meriggiare pallido e assorto (Eugenio Montale); Percorsi d’autore: Giacomo Leopardi e Giovanni Pascoli; analisi delle poetiche crestomazie leopardiane e pascoliane connotate da precisi riferimenti alle biografie storico-intellettuali dei due autori;

3) IL GENERE DEL ROMANZO STORICO IN ITALIA E I PROMESSI SPOSI

Il romanzo storico: la nascita del romanzo storico; il romanzo storico italiano e I Promessi Sposi; la figura di Alessandro Manzoni (la vita, le opere, la poetica; l’ideologia autoriale); I Promessi Sposi: struttura e contenuti; il sistema narrativo e il sistema dei personaggi; la scelta dello «scartafaccio»; il problema della lingua; le tre principali edizioni del romanzo manzoniano; le rivisitazioni linguistiche; l’apostasia del genere romanzesco; definizione di un laboratorio di lettura e di analisi testuale fondato sulla lettura integrale dei seguenti capitoli dei Promessi Sposi: Introduzione; capitolo I; capitolo II; capitolo III; capitolo IV; capitolo V; capitolo VI; capitolo VIII; capitolo IX;

4) ANALISI DEL TESTO DRAMMATICO

La struttura del testo drammatico: le didascalie; gli atti e le scene; le battute; la deissi; inveramento e riconoscimento delle nozioni attraverso la definizione di un laboratorio di lettura e di analisi testuale afferente al seguente passo antologico: La Locandiera (I, scena IV) (Carlo Goldoni); Gli ‘a parte’ e i monologhi del testo drammatico: l’‘a parte’; il monologo; la ‘fuga di notizie’; applicazione delle conoscenze attraverso la definizione di un laboratorio di lettura e di analisi testuale afferente ai seguenti passi antologici: La Locandiera (III, Scena XIII; scena ultima); I generi del testo drammatico: la tragedia (le origini; la struttura; la fabula tragica; i personaggi; le tre unità aristoteliche; riconoscimento della forma tragica nella definizione di un laboratorio di lettura e di analisi testuale afferente a passi antologici mutuati da Edipo re di Sofocle e da Amleto di William Shakespeare); la commedia (le origini; la struttura; la fabula comica; i personaggi comici; il linguaggio della commedia; riconoscimento della forma comica attraverso la definizione di un laboratorio di lettura e di analisi testuale afferente a passi antologici mutuati da L’avaro di Molière); il dramma (il genere drammatico; il dramma dalla forma chiusa e il dramma dalla forma aperta; il dramma moderno nell’occorrenza del dramma borghese; riconoscimento della forma drammatica attraverso la definizione di un laboratorio di lettura e di analisi testuale afferente a passi antologici mutuati da Enrico IV di Luigi Pirandello); La determinazione del genere teatrale per i testi drammaturgici del Novecento; il teatro dell’assurdo; laboratorio di analisi condotto sui passi antologici mutuati dalla Cantatrice calva di Eugène Ionesco;

5) I PROMESSI SPOSI

Laboratorio di lettura integrale e di analisi testuale dei seguenti capitoli dei Promessi sposi: capitolo XII; capitolo XIV; capitolo XVIII; capitolo XXI; capitolo XXV; capitolo XXVII; capitolo XXXIII; capitolo XXXVI; capitolo XXXVIII

PROGRAMMA DI STORIA

1) L’ASCESA DI ROMA. RIEPILOGO

Le origini di Roma; le prime istituzioni; le prime guerre e la graduale espansione nel Lazio e in Etruria; la graduale affermazione politica della plebe; L’espansione di Roma nella penisola italica; colonie romane, colonie latine e strade romane; Roma alla conquista del Mediterraneo; Roma e Cartagine nel III secolo; le guerre puniche; La crisi sociale e politica di Roma: i Gracchi; democratici e aristocratici a confronto; la guerra sociale; la guerra civile a Roma; il secondo triumvirato e la fine della Res Publica

2) DAL PRINCIPATO AUGUSTEO ALL’ETÀ DEI FLAVI

L’affermazione del principato e la nascita dell’impero; la trasformazione semantica della parola imperium; Ottaviano Augusto tra restaurazione e rivoluzione; la dinastia dei Giulio-Claudii; la prima persecuzione anticristiana; il problema della successione; L’anno dei quattro imperatori (69 d. C.); La dinastia dei Flavi; i ritratti di Vespasiano, di Tito e di Domiziano 

3) DAGLI ANTONINI AI SEVERI. L’ALTO IMPERO

Il Principato adottivo di Nerva e di Traiano; gli Antonini; l’Italia divisa in distretti; la provincializzazione dell’Impero; l’imbarbarimento dell’esercito; La dinastia dei Severi e l’anarchia militare; la crisi del III secolo; la riforma dell’esercito; la crescita del potere istituzionale dei militari; la decadenza politica del Senato; i pretoriani; la società degli honestiores et humiliores; politica estera e interna; trasformazione del principato in monarchia militare; Caracalla e la Constitutio Antoninia 

4) LA TARDA ANTICHITÀ

La crisi tra la fine del II e l’inizio del III secolo: i Germani invasori; le invasioni barbariche; Diocleziano e la Tetrarchia; Costantino e l’Editto; il Concilio di Nicea; Tramonto e fine dell’Impero Romano d’Occidente; Giuliano l’Apostata; Teodosio; la divisione dell’Impero; primo e secondo sacco di Roma; la fine dell’Impero d’Occidente

5) IL MONDO TARDO ANTICO E I REGNI ROMANO-BARBARICI. LE ORIGINI DEL DIRITTO E IL DIRITTO MODERNO L’idea di tardo-antico; l’inizio del Medioevo; la definizione di medioevo; i regni romano-barbarici; il regno dei Franchi; L’Impero bizantino; l’Impero Romano d’Oriente; Giustiniano imperatore; le Pandette; i Goti in Italia; l’età di Giustiniano; l’Oriente dopo Giustiniano; Il sistema del parlamentarismo; la moderna idea di libertà; il principio della separazione dei poteri 

6) L’EUROPA ALL’INIZIO DEL MEDIOEVO. L’EUROPA MODERNA E LA SUA CULTURA I Longobardi e l’ascesa del Papato; i Longobardi; il regno dei Longobardi; papa Gregorio I e lo stato della Chiesa; il monachesimo; L’alto Medioevo; una nuova fase storica; il feudalesimo e la sua definizione; Il Sacro Romano Impero e l’età carolingia; il regno dei Franchi; il nuovo Impero d’Occidente; la rivoluzione culturale di età carolingia; L’alba di un nuovo mondo; la fine dell’Impero carolingio; nuove invasioni; i Normanni; l’incastellamento; la dinastia di Sassonia; la dinastia di Franconia; la teoria dei tre ordini; l’economia curtense e la signoria medievale; l’idea franca dell’Europa; L’Europa e il mondo; la formazione dell’Unione europea; la Carta dei diritti e le istituzioni europee

PROGRAMMA DI GEOGRAFIA

1) MONDO GLOBALE E DIFFERENZE CULTURALI. IL DIRITTO ALLA DIVERSITÀ

La globalizzazione; i problemi della globalizzazione; la globalizzazione culturale; Culture ed economia nel mondo di oggi; l’evoluzione dell’economia globale; nazioni e conflitti nazionalistici; Il diritto della persona vs. il diritto del cittadino

2) GEOPOLITICA E CONFLITTI

Il mondo bipolare; Una nuova situazione geopolitica; Organismi di guerra e di pace; Un patto tra i cittadini; la sovranità statuale; la natura storica del documento costituzionale; le norme e le fonti giuridiche 

3) GEOGRAFIA DELLO SVILUPPO ECONOMICO E DELLE FORME DI GOVERNO

Un mondo diseguale; paesi sviluppati; paesi in via di sviluppo; paesi meno sviluppati; Ambiente e sviluppo sostenibile; lo sviluppo economico e l’ambiente; lo sviluppo economico sostenibile; Lo stato italiano; diritti e doveri dei cittadini; i diritti della persona nel testo della costituzione italiana

 

4) GEOGRAFIA E STRATEGIE DELLO SVILUPPO ECONOMICO. IL DIRITTO AL LAVORO E I RAPPORTI ETICOSOCIALI

Le azioni sulla popolazione e sull’istruzione; Le difficoltà ambientali; Il problema della corruzione; Le grandi scelte per lo sviluppo economico; Il diritto in relazione al lavoro; il diritto come strumento di tutela

5) GEOGRAFIA DELL’INDUSTRIA E DELL’AGRICOLTURA

L’industria nel mondo; L’azione delle Multinazionali; L’azione delle altre imprese; Le grandi regioni agricole naturali; La fame nel mondo; Agricoltura biologica e Seed Savers

 

La rete informatica

  • Introduzione alle reti informatiche
  • La rete Internet: connessione e servizi
  • La netiquette
  • Lo schema di collegamento ADSL
  • Il Diritto Informatico 

Primi elementi di programmazione

  • Introduzione alla programmazione
  • Dal problema al programma
  • Lo sviluppo dell’algoritmo
  • Il concetto di variabile
  • Gli schemi di flusso e la codifica
  • Dall’algoritmo strutturato al programma
  • Gli schemi fondamentali, post/pre condizionale
  • Il ciclo for con uso del contatore
  • Altre applicazioni dei cicli

Power point, basi dati, navigazione web e posta elettronica

  • Strumenti ed oggetti grafici per lo sviluppo di presentazioni
  • Introduzione alle basi di dati
  • La navigazione nella rete: strumenti, ricerca e servizi.
  • La posta elettronica e gli applicativi in uso.

PROGRAMMA DI SCIENZE NATURALI (BIOLOGIA, CHIMICA E SCIENZE DELLA TERRA)

1) IL MODELLAMENTO DELLA SUPERFICIE TERRESTRE

  • Minerali e rocce
  • La degradazione meteorica
  • Il suolo e i movimenti di versante
  • L’azione delle acque superficiali e sotterranee
  • Morfologia glaciale
  • Morfologia desertica
  • L’azione del mare sulle coste

2) L’ATOMO LE MOLECOLE E LA TAVOLA PERIODICA

  • Atomo e particelle subatomiche
  • L’atomo nucleare e la sua massa
  • La tavola periodica degli elementi
  • Formule e massa molecolare

3) MITOSI E MEIOSI

  • La divisione cellulare e la riproduzione
  • Ciclo cellulare e mitosi
  • La meiosi
  • Alterazione del numero dei cromosomi

4) L’EREDITA’ DEI CARATTERI E LA GENETICA MENDELIANA

  • Le leggi di Mendel
  • Le basi cromosomiche dell’ereditarietà 
  • I cromosomi sessuali e i caratteri legati al sesso

5) EVOLUZIONE E CLASSIFICAZIONE DEI VIVENTI

  • L’Origine della vita
  • Darwin e l’evoluzione

6) ORIGINE ED EVOLUZIONE DEI PROCARIOTI PROTISTI, PIANTE E FUNGHI

  • I procarioti e i protisti 
  • L’evoluzione delle piante 
  • I funghi

7) LA DIVERSITA’ ANIMALE: INVERTEBRATI E VERTEBRATI

  • L’evoluzione degli invertebrati 
  • L’evoluzione dei vertebrati
  •  La biosfera
  • La comunità

Gli ecosistemi

PROGRAMMA DI MATEMATICA

1) I SISTEMI LINEARI

Le disequazioni di primo grado (ripasso): Studio del segno di un prodotto e di una frazione – sistemi di disequazioni I sistemi di due equazioni in due incognite: i sistemi determinati, indeterminati e impossibili - Il metodo di sostituzione – Il metodo del confronto – Il metodo di riduzione – Il metodo di Cramer

2) I NUMERI REALI ED I RADICALI

I numeri reali – I radicali – Operazioni e radicali – La razionalizzazione del denominatore di una frazione – I radicali quadratici doppi Le potenze con esponente razionale

3) EQUAZIONI NON LINEARI

Le equazioni di secondo grado: Risoluzione equazioni di secondo grado – I problemi di secondo grado – Le relazioni fra le radici e i coefficienti di un’equazione di secondo grado. Complementi: Le equazioni di grado superiore al secondo – I sistemi di secondo grado

4) DISEQUAZIONI DI SECONDO GRADO

Le disequazioni di secondo grado– Il segno di un trinomio di secondo grado – La risoluzione delle disequazioni di secondo grado intere – Le disequazioni fratte – I sistemi di disequazioni

5) LA GEOMETRIA DEL PIANO

La circonferenza, poligoni inscritti e circoscritti: La circonferenza e il cerchio – I teoremi sulle corde – Posizione di una retta rispetto ad una circonferenza – Posizioni reciproche tra due circonferenze – Angoli alla circonferenza e angoli al centro – Poligoni inscritti e circoscritti – I punti notevoli di un triangolo – I quadrilateri inscritti e circoscritti – I poligoni regolari

PROGRAMMA DI FISICA

1) IL MOTO

La descrizione del moto: Il moto di un punto materiale – Sistemi di riferimento – Distanza percorsa e spostamento – La velocità – Il moto rettilineo uniforme – L’accelerazione- Il moto uniformemente accelerato – La caduta libera Le leggi della dinamica: La prima legge della dinamica - Sistemi di riferimento inerziali e non inerziali – La seconda legge della dinamica – Sistemi non inerziali e forze apparenti- La terza legge della dinamica – Moto lungo un piano inclinato – Moto in presenza di attrito

2) LAVORO ED ENERGIA

Il lavoro di una forza costante – L’energia cinetica – Il lavoro di una forza variabile – La potenza – Forze conservative ed energia potenziale – La conservazione dell’energia meccanica – Lavoro di forze non conservative e conservazione dell’energia totale Modulo n° 3 Contenuti Cognitivi Ottica geometrica I raggi luminosi – La riflessione della luce – Gli specchi piani – Gli specchi sferici – La rifrazione della luce – Le lenti

3) TEMPERATURA E CALORE

Temperatura ed equilibrio termico – La dilatazione termica – Calore e lavoro – Capacità termica e calore specifico – La propagazione del calore

PROGRAMMA DI DISEGNO E STORIA DELL’ARTE

1) L'ARTE ITALICA: ETRUSCHI E ROMANI

La penisola Italica

  • Gli Etruschi: urbanistica, architettura (il tempio e le tombe), pittura e scultura.
  • I Romani: l’ingegneria civile, le tecniche e le tipologie costruttive; architettura religiosa civile e onoraria; la pittura e la scultura.
  • Ripasso figure geometriche, Proiezioni Ortogonali Ripasso argomenti trattati

2) L’ ARTE PALEOCRISTIANA

  • L’arte paleocristiana (catacombe, pittura e architettura); Le catacombe, la pittura, l’architettura.
  • La Basilica, Il mosaico, Sarcofagi.
  • Ripasso proiezioni ortogonali di figure piane, di solidi geometrici Ripasso argomenti trattati

3) IL ROMANICO E IL GOTICO

  • La Chiesa Romanica Scultura; Pittura
  • La Cattedrale Gotica Scultura, Pittura;
  • Il Gotico internazionale
  • Giotto Ripasso argomenti trattati

Richiedi informazioni sui nostri corsi

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali come riportato sulla Privacy